Isola Di Cerboli

Al Presidente del Consiglio Regionale della Toscana interrogazione orale inerente l’isola di Cerboli

Il sottoscritto consigliere regionale

PREMESSO che nei giorni scorsi ci sono pervenute segnalazioni da parte delle associazioni ambientaliste, Legambiente e Italia Nostra, sulla possibilità di un utilizzo dell’isola di Cerboli per organizzare una base logistica per addestrare i volontari della Protezione Civile;

CONSIDERATO che tale utilizzo comporterebbe necessariamente opere per rendere sicuro l’accesso a Cerboli, la costruzione di un approdo, lo spazio per l’atterraggio di piccoli mezzi aerei, la predisposizione di spazi e servizi per la tendopoli (compreso lo smaltimento dei rifiuti e dei liquami prodotti);

VISTE le particolarità faunistiche e botaniche, (ospita endemismi vegetali tipici dell’Arcipelago e una sottospecie di lucertola che vive solo a Cerboli, la Pordacis sicula cerbolensis ), e che l’ambiente naturale è conservato nella sua integrità;

CONSIDERATO che l’isola è classificata come zona di Protezione Speciale categoria Bioitaly ZPS;

CONSIDERATE le caratteristiche dell’isola interamente calcarea che sorge nel canale di Piombino a circa 8 chilometri e mezzo a Nord-Est dall’Elba, e che ha una superficie di soli 0,04 chilometri quadrati, e ospita vecchi ruderi e una piccola cava dimessa ed è completamente disabitata, ricoperta di macchia a cisto marino, gariga e lentisco;

INTERROGA

il Presidente della Giunta Regionale per sapere- se allo stato attuale è previsto un utilizzo della suddetta isola per esercitazioni o scopi inerenti alla Protezione civile;

– se si ritenga opportuno procedere all’inserimento dell’isola di Cerboli nel Piano del Parco dell’Arcipelago Toscano,in via di redazione, come zona A di riserva integrale.

FABIO ROGGIOLANI