Treviso. Sms di Elisa cinque giorni dopo la scomparsa: “Amore ti voglio bene”

Gli Avventisti e il credo

Il battesimo

Per la sua natura l’uomo ha bisogno di segni, manifestazioni esteriori, impegni formali in relazione ai momenti fondamentali della sua esistenza. Il battesimo è forse il rito della chiesa più carico di significati affettivi e di fede. Esso non è un atto che ha un valore in sé, quale un segno magico, ma è un simbolo che testimonia l’accettazione di Gesù Cristo come personale Salvatore da parte di un credente. Il battesimo è praticato, fra gli avventisti, mediante immersione, come nella chiesa apostolica, ed è riservato agli adulti.

Il battesimo dei neonati è infatti senza alcuna base biblica, perché avviene senza un’espressione di fede esplicita e responsabile da parte di chi lo riceve. Solo chi è in grado di «intendere e di volere» e ha conseguito una sufficiente conoscenza dei principi biblici così come sono compresi dalla chiesa, può richiedere alla stessa di essere battezzato. Coloro che amministrano il battesimo sono i pastori e gli anziani ai quali la comunità delega, per elezione, anche questa autorità.

Il battesimo è simbolo innanzitutto di «morte e risurrezione», cioè del processo spirituale della conversione che richiede rinnovamento totale dell’esistenza. Scrive Paolo: «… quanti siamo stati battezzati in Cristo Gesù, siamo stati battezzati nella sua morte? Noi siam dunque stati con lui seppelliti mediante il battesimo nella sua morte, affinché come Cristo è risuscitato dai morti… così anche noi camminassimo in novità di vita» (Romani 6:3,4). Ovviamente le condizioni affinché la cerimonia abbia un significato sono la fede nel Signor Gesù e il ravvedimento.

Il battesimo è dunque un patto, una promessa fra Dio e l’uomo, di cui la chiesa è testimone. Mediante il battesimo si entra con pieno diritto, anche formale, nella comunità ecclesiale con i privilegi e i doveri che questo ingresso comporta. Il giorno del battesimo è quindi un nuovo compleanno per il credente, nato alla vita fisica e psichica dal seno materno, e rinato per mezzo dello Spirito con il battesimo, per vivere una nuova esistenza accanto al suo Creatore e Salvatore.